LL Brakes - Italy : letter by ANSFISA 12/11/21

<Back to list

Source: https://intermodale24-rail.net/Esercizio/intro_esercizio.html#0211112

La risposta tecnica e puntuale dell'intero settore della ferrovia merci alle limitazioni imposte da ANSFISA ai treni con carri con suole LL tipo IB116* >> 12.11.2021

Con una nota in data 02.11.2021, ANSFISA ha imposto forti limitazioni della velocità dei treni merci che abbiano in composizione carri dotati di suole dei freni di tipo LL IB116*: 80 km/h, che scendono a 60 km/h se tali carri trasportano merci pericolose. vedi la news del 06.11.2021 . Come avevo scritto e argomentato nella news, un tale provvedimento ha una portata devastante per la sopravvivenza stessa del trasporto di merci sul treno.

Oggi le Associazioni delle Imprese che operano nella trazione e nel noleggio dei carri, del settore del trasporto e le aziende merci del Gruppo FS Italiane, hanno inviato a ANSFISA una lunga lettera di risposta nella quale vengono evidenziati, punto per punto, gli aspetti critici delle misure imposte, la inattuabilità di parte di esse in tempi brevi, la inadeguatezza delle misure stesse a produrre gli effetti di maggior sicurezza voluti (non solo per l'aggravamento del rischio nel sistema dei trasporti nel suo complesso, ma anche per la non corrispondenza della risposta fisica dei componenti rispetto alla mitigazione del rischio), salvando in pratica solo la riduzione da 500° a 300° della taratura dei rilevatori di temperatura dei freni lungo linea, troppo alta anche rispetto ai benchmark di altri Paesi europei come Germania, Francia e Svizzera.

In vari passaggi, i firmatari, ai quali sono perfettamente noti tutti i ritorni di informazione dall'esercizio quotidiano, sottolineano che anche nei casi in cui misure di riduzione della velocità erano state adottate o da RFI in certe tratte, o dall stesse Imprese Ferroviarie in certe situazioni, ciò non ha impedito il verificarsi di inconvenienti con le suole in questione.

La lettera ricorda anche come al livello europeo siano in corso degli approfondimenti tecnici sul tema degli inconvenienti riscontrati con le suole composite, fondati su valutazioni puntuali e analisi del rischio, che non sono stati tenuti in considerazione dal provvedimento di ANSFISA.

In chiusura, i firmatari richiedono "di fissare in un tempo congruo, 3 mesi, la
validità delle misure urgenti fin qui emesse e rivolte a Imprese Ferroviarie e Detentori/ECM: tale periodo dovrà servire per approfondire le analisi e completare gli accertamenti relativi ai casi finora riscontrati e a quelli che dovessero verificarsi durante tale periodo, per arrivare ad una eventuale ridefinizione congiunta delle prescrizioni, anche nell’ottica delle misure che saranno individuate nel corso della procedura JNS, già autorizzata da ERA."

 

Read the full letter of ANSFISA here or download below: https://intermodale24-rail.net/Esercizio/IMMAGINI/021/Risposta%20Settore%20Nota%20ANSFISA%20U.0024676.02-11-2021.pdf

Related documents
ANSFISA letter 2.11.21 IT
Top